RIFIUTI: nuovo regolamento sul funzionamento dell'Albo gestori ambientali



Il regolamento disciplina le modalità di organizzazione dell'Albo nazionale dei gestori ambientali, i requisiti tecnici e finanziari delle imprese e dei responsabili tecnici, nonché i termini e le modalità di iscrizione i relativi diritti annuali. Va in soffitta dal 7 settembre 2014 lo storico regolamento precedente (Dm Ambiente 28 aprile 1998, n. 406). Le principali novità introdotte dal decreto n. 120/2014
riguardano:
·         1)  la  riorganizzazione  delle categorie  di iscrizione con l'inserimento delle seguenti categorie: categoria 2-bis  per i produttori iniziali che trasportano i propri rifiuti  non pericolosi e pericolosi fino a 30 Kg/litri al giorno, ai sensi dell'art. 212, comma 8 del d.lgs. 152/2006; categoria  3-bis  per i distributori ed i trasportatori di rifiuti da apparecchiature  elettriche  ed elettroniche gestiti con le procedure semplificate previste dal decreto ministeriale n. 65/2010;  categoria   6  per  le  imprese  che  effettuano  soltanto  trasporto  transfrontaliero  di  rifiuti  ai  sensi  dell'art. 194, comma 3, del  d.lgs. 152/2006  categoria 7 per gli  operatori  logistici  presso  le  stazioni  ferroviarie,  gli  interporti, gli impianti di terminalizzazione, gli scali merci ed i porti, ai quali, nell'ambito del trasporto intermodale,  sono affidati i rifiuti in attesa della presa in carico da  parte  dell'impresa ferroviaria o navale, ai sensi dell'art. 212,  comma 12, del d.lgs. 152/2006.
·         2)  la definizione  del ruolo del responsabile tecnico, con il compito di assicurare  la  corretta  organizzazione  della  gestione  dei  rifiuti e relative competenze
·         3) le semplificazioni amministrative che prevedono: l'autocertificazione   di  permanenza  dei  requisiti  richiesti  per  l'iscrizione in caso di rinnovo o di variazioni; la sostituzione delle perizie con la certificazione dell'idoneità dei mezzi da parte del responsabile tecnico; l'acquisizione  d'ufficio  da parte della sezione regionale dell'Albo delle variazioni societarie trasmesse al REA.

Commenti

Post più popolari

Pubblicata la direttiva 2014/68/UE sulle attrezzature a pressione

Seveso III, Ispra presenta due "app" per stabilimenti a rischio

Nuova Sabatini - Bonus per l'acqusito di nuovi macchinari, impianti e attrezzature per le PMI - Istruzioni operative