Ambiente, rifiuti, Sistri: rinvii e sanzioni nel Decreto Milleproroghe

E’ stato pubblicata in Gazzetta Ufficiale la norma che dispone il rinvio della piena operatività del Sistri al 31 dicembre 2015 e l’applicabilità delle sanzioni relative all’iscrizione al SISTRI e al pagamento del contributo 2014 a decorrere dal 1 febbraio 2015.
Si rende pertanto necessario, per chi non avesse ancora provveduto, completare l’iscrizione al Sistri per eventuali siti non gestiti e procedere al pagamento dei contributi 2014 entro il 31/01/15.
Il provvedimento è contenuto nel DL 31 dicembre 2014, n.192 recante "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative" (GU Serie Generale n. 302 del 31-12-2014), entrato in vigore il 31 dicembre.
In particolare la norma dispone all'art. 9, comma 3, che all’articolo 11 , comma 3 –bis, del D.L. 31/08/13 n. 101, convertito con modificazioni dalla L. 30/10/13 n. 125, sono apportate le seguenti modificazioni.  

Riportiamo il testo integrato dell’art. 11 comma 3 bis con le modifiche e/o integrazioni sottolineate.
Art. 11  Semplificazione e razionalizzazione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti e in materia di energia.
3-bis.  Fino al 31 dicembre 2015, al fine di consentire la tenuta in modalità elettronica dei registri di carico e scarico e dei formulari di accompagnamento dei rifiuti trasportati nonché l’applicazione delle altre semplificazioni e le opportune modifiche normative, continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni.
Durante detto periodo, le sanzioni relative al SISTRI di cui agli articoli 260-bis commi da 3 a 9 (cioè omessa, incompleta, inesatta o fraudolenta compilazione del registro cronologico e della Scheda Sistri) e 260-ter (sanzioni amministrative accessorie. Confisca mezzo ) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni, non si applicano.
Le sanzioni relative al Sistri di cui all’art. 260 bis, commi 1 e 2 del D.Lgs. n.152/06 (cioè le sanzioni per la mancata iscrizione al Sistri e al mancato pagamento del contributo 2014)  e successive modificazioni si applicano a decorrere dal 1 febbraio 2015.

Commenti

Post più popolari

Pubblicata la direttiva 2014/68/UE sulle attrezzature a pressione

Seveso III, Ispra presenta due "app" per stabilimenti a rischio

Nuova Sabatini - Bonus per l'acqusito di nuovi macchinari, impianti e attrezzature per le PMI - Istruzioni operative